Come ti sarai accorto, dal 2016 le fatture dell’energia sono graficamente diverse. I fornitori hanno dovuto adeguarsi alla delibera 501/2014.

L’intento del legislatore è quello di rendere più chiare, snelle, trasparenti e finalmente semplici da capire. Ma è proprio così?

Di fatto adesso sono stati tolti tutti i dettagli dei costi e l’unica cosa che il consumatore vede sono i consumi e il costo totale; come dire: “Visto che il consumatore non sa leggere nel dettaglio i costi della bolletta non glieli facciamo vedere!!”

Al posto del dettaglio dei costi, è stato introdotto l’obbligo di inserire il costo medio unitario, come rapporto tra la spesa totale e i consumi fatturati. Questa voce è sicuramente indicativa, per una prima verifica dei costi, può andare bene per un’utenza domestica, ma non è un termine efficace di confronto per valutare una nuova offerta per un’azienda.

Quindi se prima con un minimo di informazione si poteva confrontare il prezzo in fattura dei fornitori e verificare eventuali “scorrettezze” adesso è tutto nascosto!

In realtà si può richiedere il dettaglio al proprio fornitore ma è un’operazione che pochi fanno.

Purtroppo il primo effetto è stato che già in molti stanno cadendo nella trappola di venditori senza scrupoli che sfruttano la nuova grafica e le nuove diciture in questa maniera:

  • Ti chiedono di visionare una copia della fattura
  • Evidenziano nella fattura la dicitura “Costo unitario della spesa per l’energia”
  • Ti fanno credere che quello è quanto stai pagando al kwh
  • Ti rifilano un contratto dove sicuramente pagherai di più di prima!!

Ecco un esempio reale:

La dicitura “Costo medio unitario della spesa per l’energia” racchiude al suo interno oltre al prezzo pagato nelle tre fasce, le perdite di rete che ammontano al 10,4% di quanto consumato, il dispacciamento che dal 2016 è notevolmente aumentato, ed il costo fisso/mese che dal 2016 è aumentato anche quello.

Nell’immagine a sinistra dettagliofattura01la fattura di un utente che ha pagato in F1 0,03466 €/kwh, F2 0,039821 €/kwh F3 0,031374 €/kwh, che vi assicuro è un prezzo molto buono, eppure per il conteggio di cui sopra si traduce in un costo medio unitario per l’energia di 0,05819 €/kwh.

Capisci che diventa facile essere vittime di raggiri, se un venditore disonesto ti fa credere che stai pagando l’energia 0,05819 €/kwh, quando in realtà stai pagando in F1 0,03466 €/kwh!!

e chi ci casca firma un contratto dove sicuramente pagherà di più di prima.

Adesso che sai come funziona non farti prendere in giro, se hai dei dubbi o vuoi capire quanto stai pagando scrivimi oppure chiamami al 3275734708.